Via Gippini, 11 - 28016 Orta San Giulio (NO) Italy

Info COVID-19

Crisi Covid-19. Senso di responsabilità e opportunità

In un anno come questo, colpito dall’emergenza sanitaria e dai dispositivi di tutela in cui nell’ambito turistico, settore che incide per un terzo del PIL nazionale, dove centinaia di migliaia di posti di lavoro stagionale sono sfumati, ed il più delle strutture anche del territorio dei laghi sono chiuse la struttura dell’Hotel San Rocco ha deciso di riaprire il 1° di luglio dopo aver messo in atto tutti i protocolli Covid a tutela dei propri dipendenti e clienti, con senso di responsabilità, ed in più applicando ulteriori accorgimenti ed analisi messe a punto con strutture sanitarie private all’avanguardia del nostro territorio e novarese.

L’amministrazione dell’Hotel e la Direzione durante tutto il periodo di lockdown hanno comunque mantenuto in sicurezza l’operatività degli uffici al fine di garantire la risposta ai clienti, sia storici che non, oltre che essere pronti nella riapertura a garantire l’opportunità alla cittadina di Orta e al suo Lago di avere almeno un minimo di afflusso e ricettività turistica in questo anno particolarmente disastroso per l’economia in generale. Per noi la riapertura era ed è un impegno morale e di serietà nei confronti dei dipendenti, per la maggior parte storici e fissi, nei confronti della cittadina di Orta con i suoi esercenti per cui l’Hotel cubava fino a qualche anno fa più del 50% degli introiti e non per ultimi per i clienti che nonostante le difficoltà, i rischi e le paure ancora tutt’ora esistenti, avevano e hanno garantito le loro prenotazioni.

Da prima dell’apertura abbiamo ricercato e scoperto eccellenze territoriali italiane nel campo della profilassi e della precauzione legate al Covid, e questo si è dimostrata essere un’opportunità, tanto che nella struttura da prima dell’apertura ad oggi ogni 15 giorni vengono effettuati i test sierologici dalla società Arnica srl e Alians srl con sede in Borgomanero, oltre a questo con la stessa scadenza vengono effettuati test sulle superfici dell’Hotel per verificare la presenza o meno del virus.

Ad oggi l’amministratore e la direttrice sono lieti ed onorati di comunicare essere l’unica struttura alberghiera ad avere tale certificazione. Come ulteriore attenzione verso i nostri clienti, a parte mascherine allo staff, guanti monouso alle donne delle pulizie, con la società La Bottega dell’Albergo S.p.a in ogni camera i telecomandi dei televisori vengono inseriti in un tecnologico sacchetto trasparente che viene cambiato ad ogni utilizzo di stanza e garantisce anche in tale oggetto che presenta più tasti e superfici di diversi livelli di evitare l’annidarsi del virus. I prodotti per la pulizia e l’igienizzazione che storicamente usa la struttura delle aziende Ecolab srl e la Dear srl di Gravellona si sono rilevanti essere quelli oggi di prescrizione.

È per questo motivo che come negli anni passati il nostro hotel è stato precursore e si è distinto negli ambiti dell’ecosostenibilità e del risparmio energetico insieme alla tutela ambientale, tanto che dai primi anni 2000 è stato il primo Hotel ad installare un combustore a idrogeno ad emissione zero, brevetto della Giacomini Spa che nel 2006 ha conseguito ed è stata palestra di studio per la legge sugli edifici a risparmio energetico tanto da essere stato il primo edificio a livello nazionale a conseguire tale certificato.

Nel 2006 la nostra struttura è stata anche oggetto di visita dei 12 ministri del parlamento europeo considerando che allora per conto della proprietà tutt’ora in mano alle famiglie Giacomini era diventato l’esempio reale di più di 50 brevetti tecnologici di 50 aziende italiane, che producono in Italia, nel campo del risparmio energetico e dell’edilizia e servizi alberghieri ecosostenibili oltre a rappresentare un excursus storico del design italiano dal ’59 ad oggi dei principali brand italiani noti in tutto il mondo, come Poltrona Frau, Cassina, Minotti, Fontana Arte, Floss, Via Bizzuno con oggetti di celebri artisti come Joe Ponti, Le Corbusier, Arch. Botta e moltissimi altri.

Oggi nuovamente in un periodo come questo di attenzione sociale e sanitaria che riporta tutti anche all’attenzione all’inquinamento del nostro Pianeta e alle ripercussioni di questo sul vivere comune, fedeli al nostro DNA e alla nostra storica missione vediamo l’opportunità di mostrare, come spiegato sopra, come essere anche una vetrina reale dell’attenzione igienico sanitaria, una vetrina per altrettante eccellenze in questo campo, oltre che di attenzione all’ambiente tanto che in questa stagione la direzione dell’hotel è lieta di comunicare che siamo la prima struttura alberghiera ad offrire all’interno dell’antico borgo del Convento una ricarica Repower, tecnicamente detta palina, per le auto elettriche e di essersi dotata di un mini van a servizio dei clienti totalmente elettrico a zero emission oltre ad usare energia elettrica totalmente rinnovabile.

Hotel San rocco e Repower, palina ricarica elettrica

“I momenti di difficoltà, nello spirito nostro tipicamente italiano, sono anche momenti di opportunità per riflettere, operare, coniugare le eccellenze e creare nuove opportunità di conoscenza nei nuovi ritrovati che dalle più piccole alle più grandi aziende italiane che producono nel nostro territorio nazionale e locale hanno messo a punto e che esprimono il buono, il bene e il bello che l’uomo sa anche creare. Il Nostro Credo da sempre applicato: Una Recettività Sicura e Sostenibile”.

La Direzione